ABBANDONATI !!

bancomat postale
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Seguici su Facebook

Un Paese lasciato in balia di teppisti e criminali è destinato al caos assoluto. La delinquenza è libera di agire indisturbata, mentre gli onesti sono condannati a nascondersi perché privati della propria libertà.

In tutto questo marasma e disordine la latitanza dello Stato è inaccettabile e vergognosa, diventa una piaga al pari della delinquenza dilagante. Il governo pare non accorgersi di quanto sta accadendo in tutta Italia. E’ troppo impegnato a riconoscere i diritti degli omosessuali, a dar sin adozione i bambini alle coppie gay, a svendere alla Francia i nostri mari e alla Germania le nostre regioni,  a incamerare il canone Rai con le bollette energetiche, a togliere le pensioni di reversibilità a chi ne ha diritto, a tagliare le spese sulla sanità non riconoscendo più necessari centinaia di esami medici e via discorrendo.

Il governo italiano, da una parte toglie con le leggi, e dall’altra sottrarre con il disinteresse, l’indifferenza, l’inconsapevolezza del baratro verso il quale la nostra nazione sta sprofondando.

Quando un governo marcio arriva a superare se stesso per incapacità governativa, allora si verificano situazioni degne delle favelas brasiliane. Al Sud in  particolare, dove le Poste Italiane ad una certa ora della sera chiudono i propio bancomat postali perché vengono continuamente presi di mira dalla delinquenza. Un servizio che viene tolto al cittadino per colpa di delinquenti lasciati liberi di agire a causa di uno Stato assente, incapace di controllare il territorio. Il Sud Italia continua a sprofondare nell’abbandono e nell’indifferenza di quella gente che, seduta sugli scranni del Parlamento, riesce solo a legiferare a proprio favore e a danno della collettività.

E il cittadino comune viene continuamente penalizzato, sia direttamente, quando sulla su pelle deve pagare le colpe di uno Stato assente, sia indirettamente, quando per gli stessi motivi, gli vengono tolti i servizi pubblici primari. Siamo in un era buia e pericolosa, un momento storico che sembra risvegliare il più profondo medio evo, quando i briganti, protetti dalle tenebre, diventavano i padroni incontrastati delle contrade, dei vicoli e dei luoghi bui ed isolati.

Siamo tornati indietro di centinaia di anni grazie alla noncuranza di coloro che continuano a riempirsi le tasche occupando posti di comando che non meritano e che di cui non sono all’altezza di presiedere. Senatori che rubano la diaria con i loro tesserini inseriti nei lettori di presenza mentre sono assenti, parlamentari, assessori, consiglieri e sindaci che fanno man bassa nelle casse pubbliche, casta politica che truffa, raggira, estorce, depreda, si appropria indebitamente di ogni bene pubblico di valore.

Una banda di criminali al governo che lascia razzolare altre bande di ladri per le strade, come sei primi fossero i padri dei secondi a cui sono stati insegnati i dettami comportamentali di sopravvivenza da giungla.

L’assenza dello Stato nelle città del Sud sta portando il distacco totale dalle istituzioni e dalle regole di convivenza civile. Sta creando sacche di criminalità che si radicano sempre di più e sempre più profondamente all’interno di interi quartieri. Mafia e criminalità spicciola possono compiere ogni tipo di reato, certi che la percentuale di rischio di essere presi può considerarsi irrisoria.  Ma certi anche del fatto che, se pur beccati nell’atto di delinquere, troveranno il giudice buonista, progressista indottrinato che perdonerà loro per ciò che hanno fatto. Anche se negli ospedali e nei cimiteri riposano le vittime delle loro “prodezze”.

Delinquenza devastante e dilagante ovunque, con il risultato che, se ti servono i tuoi soldi, ad una certa ora della sera, i bancomat postali non te li daranno. Troppi furti, troppo danni. E i cittadini, anche in questo,  pagano il prezzo dell’inesistenza di Stato.

 

 

Be the first to comment on "ABBANDONATI !!"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: