I veri assassini!

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Seguici su Facebook

 

Parliamoci chiaro! Questa è una guerra che non ha confini. E’ un conflitto che è stato portato nelle nostre strade, tra la nostra gente. Il terrorismo  ha avuto terreno facile grazie alle politiche messe in atto da quella banda di deficienti che occupa i palazzi di potere. In Italia poi, li occupa pure abusivamente. Politiche di accoglienza, di integrazione, di ospitalità miste a concetti di buonismo, progressismo, antirazzismo esasperato, di pianificazione delle diversità. Un impasto mortale prodotto dalla politica nazionale e internazionale che  ha creato quella miscela esplosiva che poi deflagra negli aeroporti, nelle metropolitane, nei ristoranti, in ogni luogo dove vi sono masse di occidentali inebetiti dalla propaganda dell’accoglienza voluta fortemente dagli imbonitori che speculano sulle disgrazie del mondo e che, non contenti del danno compiuto, non demordono dai loro concetti demenziali ed egoistici.

Ma parliamo dei cretini di casa nostra innanzi tutto. Parliamo dei Renzi, Boldrini, Alfano, dei Saviano e dei giornalisti che continuano a ripetere come una litania sempre la stessa idea, anche se è stato ampiamente dimostrato che non solo è fallimentare, ma ora è diventata persino mortale.

L ‘Islam non è un religione pericolosa, ma di pace, dice la demenzialità boldriniana. Saviano, davanti agli ultimi morti di Bruxelles, rinnova su Twitter l’invito all’accoglienza. Renzi ed Alfano non intendono chiudere le porte dell’occidente ai barbari islamici ed africani, ed i giornalisti continuano a dire lo loro falsità facendo girare nei loro telegiornali da talk show un video per un altro, ovvero dando in pasto all’opinione pubblica la strage nell’aeroporto di Mosca spacciata per quella di Bruxelles. Stupidi idioti tutti. Incapaci di capire che oggi è possibile individuare coglioni e coglionerie in un attimo, grazie ad internet. E si, perché la tecnologia non serve solo al “lato oscuro” del fisco per depredare i portafoglio della gente, ma torna utile anche al comune cittadino per capire subito chi sono davvero quei minchioni di politici e giornalisti che cercano di darsi un tono predicando cazzate sempre più grossolane e seminando informazioni distorte e non veritiere per stordire il più possibile la mente della popolazione.

Non si può più avere gente del genere. Questa genia di incompetenti, di ladri, di farabutti, di prezzolati, di servi va liquidata definitivamente. E sapete perché? Perché hanno creato una generazione di imbecilli a servizio attivo e continuo dei servi di un giornalismo sempre pronto a trasmettere le loro immagini di dementi patentati prima con le matite in mano (Assassinio dei giornalisti di sinistra di Charlie Hedbo), poi con la spilla della Torre Eiffel trasformata nel segno della pace anarchica (Attentato di Parigi) ed ora con i gessetti colorati, dopo la strage all’aeroporto e alla metropolitana di Bruxelles. Coglioni che credono sia possibile disinnescare gli ordigni e fermare i proiettili degli Ak 47 con gessetti e matite.

Questo è il prodotto della politica nazionale ed europea. Hanno creato delle generazioni di deficienti, di rammolliti, di femminucce che sanno solo piangere,  battere le mani, scrivere frasi da cioccolatino Perugina e radunarsi per deporre fiori, sciorinare poesie e cantare le canzoncine commemorative. Un popolo di pusillanimi deriso da quel terrorismo che,  neanche tanto distante dal luogo degli attentati, li sta a guardare incredulo e sorpreso dalla mancanza totale di una reazione naturale, istintiva, come quella che dovrebbe essere dettata dalla prima legge della natura: la sopravvivenza.

In  tutta Europa c’è la stessa regola politica: rincoglionire le persone per non farle reagire, perché la loro reazione, di fronte alla morte dei loro connazionali, rischia di disturbare e ridurre il profitto, che dall’invasione islamico africana, le associazioni create da parenti e amici dei politici (se non da loro stessi) ricava ormai da decenni.

In Italia succede la stessa cosa con un aggravante, quello della Chiesa, lo Stato più ipocrita – al pari di Israele – che predica bene e razzola male. Noi abbiamo un fardello in più di cui liberarci, ed è proprio il Vaticano, che detta legge non sulle anime, mai sui corpi. Promulga l’assistenza e l’ospitalità dei cosiddetti profughi in maniera incontrollata e incondizionata anche davanti allo scempio dei corpi di innocenti che ancora grondano sangue. Criminali i politici e gli uomini di Chiesa, colpevoli e responsabili gli uni quanto gli altri delle stragi compiute. Quella vaticana è un’ingerenza che non dovrebbe esistere ed è da irresponsabili continuare a seguire ed a sottostare alla politica suicida di quattro teste malate che continuano a dirci di ospitare, di integrare, di aiutare quei barbari che ci decapiterebbero volentieri e senza tante cerimonie mentre mangiano del nostro pane e calpestano il suolo della nostra nazione.

Basta, non se ne può più delle idee malate della Bordini, di Renzi e dei loro pari. Vadano altrove a predicare il suicidio delle nazioni occidentali. Se proprio ci credono così tanto,  sbarchino loro, di persona, presso i califfati per dialogare con i tagliatore. Ci vada Saviano a discutere con un fanatico islamista, oppure Vendola, che tanto ama chi lo ucciderebbe senza pensarci due volte a causa della sua omosessualità.

Ma da dove è arrivata questa gente, da quale pianeta è sbarcata? Da qualche virus sono stati contaminati per arrivare al punto di voler continuare la propria politica distruttiva e suicida passando persino sui cadaveri che hanno prodotto? Ma in nome di quale ideale continuano a dire che dobbiamo ospitare ad ogni costo, anche se diventiamo sempre più poveri per dare il nostro pane a chi, poi, ci sputa in faccia, ci defeca davanti le porte di casa, ci sgozza negli angoli delle strade, stupra  e violenta le nostre donne, insidia i nostri figli ruba, spaccia, ricetta merce rubata. Ma in nome di quale partito, di quale amore, di quale presunzione. Devono sparire dalla faccia della terra per primi loro, i politici e la loro genia malata. Devono sparire per sempre. Vanno presi e mandati in Libia da soli con matita, gessetto colorato e spilla della pace, lasciati davanti ai capi dei terroristi per un sano e soprattutto “democratico” dialogo costruttivo.

Ci vadano loro a portare avanti le sconclusionate idee internazionaliste  che continuano a ripetere con un’ossessione da psichiatria. Lo facciano loro, senza chiedere tributi di sangue cosi elevati alla gente. Siano loro i fautori della pace universale, del “volemose bene” ad ogni costo, anche se ci ammazzano. Lo mettano in atto loro, nelle loro case, nei  luoghi in cui vivono, l’accoglienza che ci obbligano a dare oltre misura. Noi chiamiamoci fuori, ma non perché non sappiamo dare. Abbiamo saputo dare molto di più quanto ci è stato chiesto. Ma perché sono loro, i politici come Boldrini, Renzi , Alfano, Berlusconi, i giornalisti i centri sociali (il braccio armato della sinistra al potere) i veri responsabili delle carneficine vissute e di quelle a venire. Sono loro i macellai, i mandanti, gli interessati. Paghino loro le conseguenze delle loro idee malate. Paghino loro, i veri assassini!

 

 

Be the first to comment on "I veri assassini!"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: